Linguaggio del corpo: la stretta di mano rivela chi sei

Pensate a quante mani avete stretto nella vostra vita e alle diverse sensazioni che questo vi ha provocato. Il linguaggio del corpo parla chiaro, la stretta di mano rivela chi sei

Quando date la mano a qualcuno, non fatelo in modo superficiale, ma fermatevi a pensare alle sensazioni che ricevete. Questo può aiutarvi molto, in futuro, a comprendere meglio le persone appena conosciute.

Una stretta di mano energica o al contrario una stretta sfuggente o una mano molle possono rivelare dal primo momento la personalità di chi avete davanti. Il linguaggio del corpo spesso parla molto più chiaro di quel che possiate pensare ed è per questo che imparare a decifrare alcune gestualità può mettervi in una situazione di sicuro vantaggio nei confronti dei vostri interlocutori. Non ci credete? Leggete e la prossima volta che darete o stringerete una mano, fate molta più attenzione.

La stretta forte e la stretta molle

Ci sono persone che vi stringono la mano con tale forza che pare vogliano stritolarvela e spesso la cosa, per le donne che indossano anelli, può essere davvero dolorosa e spiacevole. Questo tipo di stretta rivela da subito una personalità decisa, abituata al comando o forse di uno sportivo inconsapevole della propria forza. Una stretta di mao solida e ferma appartiene comunque ad una persona altrettanto solida e attiva. Al contrario, una stretta molle, scivolosa che sembra sciogliersi nella vostra mano, vi fa capire che avete di fronte una persona molto timorosa e insicura, forse anche pigra, che tende ad essere troppo idealista e sognatrice.

La stretta di mano che respinge e quella che avvicina

Può poi capitarvi che una stretta di mano vi faccia sentire quasi respinti. Questo capita quando il braccio di chi vi porge la mano rimane rigido, impedendo di avvicinarvi. Una sensazione sgradevole, ma che mette subito in chiaro che la persona voglia mantenere le distanze, ma non necessariamente perchè gli state antipatici, forse è solo riservata. C’è anche da dire che quando una persona vi tende il braccio per darvi la mano, trasmette un’informazione riguardo al luogo in cui è cresciuta o è solita vivere. Se infatti è cresciuta in zone non densamente abitate, ha bisogno di più spazio intorno a sè ed è per questo che tende a tenere a distanza gli altri interlocutori. Una persona cresciuta invece in zone più popolate, come una grande città, sarà più abituata alla vicinanza di altri individui e per potere agevolare la stretta di mano, state certi che farà un piccolo passo in avanti. Al contrario ci sono persone che si comportano esattamente all’opposto e che quando vi danno la mano tendono a tirarvi eccessivamente verso di loro. Chi tira il braccio vicino a sè e ci fa avvicinare troppo, è quasi certamente una persona molto insicura che vuole spostare il rapporto ad un piano più affettivo e personale.

La stretta sfuggente e la stretta umida

Chi vi dà la mano in punta di dita o offre una presa sfuggente quasi voglia ritirare subito la mano non appena avviene il contatto, dichiara di non avere sufficiente fiducia in se stesso e probabilmente neppure in voi. Se vi capita di stringere una mano paffuta, anche un po’ sudata e con le fossette visibili su dorso (proprio come quelle dei bimbi appena nati), è molto probabile che davanti a voi ci sia una persona che preferisce i piaceri fisici a quelli spirituali ed anche molto golosa. E voi che stretta di mano avete? Provate a chiedere ad alcuni amici di dirvi con sincerità quali sensazioni ricevono dalla vostra stretta, la loro risposta potrebbe sorprendervi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *