Ti tradisce con una collega? Ecco come scoprirlo

Le possibilità che il nostro uomo ci possa tradire al lavoro non sono così remote. Scopriamo i trucchi per capire se ti tradisce con una collega

Il posto di lavoro è uno dei luoghi più pericolosi per la coppia, spesso si instaurano rapporti particolari con i propri colleghi, e può capitare di essere attratti dal capo come da uno stagista. Parlando in numeri sembra addirittura che il 37% delle persone abbia avuto anche una piccola avventura sentimentale sul posto di lavoro. Ma come scoprire se ti tradisce con una collega?

Stando ai dati appena indicati le possibilità di essere tradite dal proprio partner non è per niente remota, pensare che quando il nostro compagno o marito ci saluta con un bacio per andare al lavoro ci siano così tante possibilità che giunto poi in ufficio ci possa tradire è veramente devastante. Se dalla percentuale precedente andiamo poi ad escludere tutte le persone che lavorano con colleghi dello stesso sesso e che non hanno possibilità di tradire, le possibilità aumentano discretamente.

Dovremmo quindi inziare a controllarlo di più? Se abbiamo sposato un uomo furbo i nostri controlli serviranno a poco, conviene vivere la propria relazione serenamente e non farsi troppi problemi in quanto saprà sicuramente mascherare ogni infedeltà, ma qualche campanello di allarme può arrivare in ogni caso. Ad esempio, se la percentuale dei tradimenti in ufficio è alta c’è da dire anche che sono proporzionali le probabilità che l’adulterio venga scoperto da altri colleghi, che magari potremmo mettere sotto torchio con domande più o meno mirate sulle abitudini del proprio compagno quando è sul posto di lavoro: si assenta spesso? passa molto tempo con qualche collega? pranza da solo? tutte domande che, in caso di risposta affermativa, possono essere indicative.

Gli indizi che ti tradisce con una collega

Ci sono dei dettagli, da non trascurare, e sono i classici: macchie di rossetti, profumi femminili, le scuse inventate quando non risponde al telefono… facciamo un esempio: chiamate il vostro lui e non vi risponde al telefono. Dopo qualche ora vi telefona per raccontarvi che era ad una riunione con un suo collega. Se siete solite organizzare cene con i suoi colleghi, fare qualche innocente domanda riguardo quella riunione a chi sarebbe dovuto essere con lui, potrebbe rivelarvi qualcosa. Inoltre se è sempre tornato puntuale dopo il lavoro, e da un momento all’altro inizia a far tardi senza un apparente motivo, potrebbe nascondervi di essersi trattenuto più del dovuto con una collega.

I viaggi di lavoro sono un’altra scusa abbastanza comune. A meno che vostro marito non sia un DJ, ad orario di cena potrebbe tranquillamente concedersi al telefono per raccontarvi qualcosa in merito al viaggio: se si nega in orario serale o peggio ancora non risponde al telefono o lo ha spento è una coincidenza abbastanza strana.

Un altro indizio è sicuramente il tempo che impiega al mattino per prepararsi. Se notate insolita cura alla pettinatura, utilizzo di profumi o deodoranti, o se ancora ha iniziato a sviluppare amore per la moda che fino a quel momento aveva avuto solo per conquistarvi, potrebbe farlo per un’altra che non siete voi. O ancora continua a parlarvi della nuova collega o al contrario evita di parlarne? questo è un altro comune indizio.

I trucchi che gli uomini usano per mascherare i propri tradimenti

Il telefono del proprio compagno è sicuramente fonte inesauribile di informazioni sulla sua vita privata. Non stiamo consigliando di spiarlo, però magari se notate che risponde con frequenza a determinate persone su WhatsApp, ad esempio un proprio amico o collega che non conosciamo, potrebbe aver memorizzato sul telefono la propria amante con un nome maschile. Un altro trucco che alcuni uomini usano è quello di memorizzare la propria amante addirittura mascherandola da gruppo di WhatsApp, non è un’operazione complicata, basta creare il contatto con un nome del tipo “Gruppo calcetto”. In quest’ultimo caso dovrete far attenzione ad un piccolissimo dettaglio in particolare: quando siete sull’elenco degli ultimi messaggi c’è una differenza tra i singoli contatti ed i gruppi, entrambi riportano l’ultimo messaggio ricevuto, ma i secondi subito sotto il nome del gruppo presentano anche il nome della persona che l’ha inviato, i singoli contatti invece non presentano questo dettaglio. Se sta mascherando un contatto da gruppo ha sicuramente qualcosa da nascondere.

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    1. Nell’elenco delle chat, ogni messaggio ha due righe, se la seconda riga all’inizio riporta il nome si tratta di un gruppo, se il nome non c’è ma c’è solo l’anteprima dell’ultimo messaggio allora è un contatto.