Bonus bebè 2019: come fare domanda, requisiti, importo e durata

Come funziona il bonus bebè 2019? Quali requisiti avere per richiederlo? Come fare la domanda? Quanto dura? Ecco le risposte alle tue domande.

Il bonus bebè, il bonus che da anni aiuta mamme e famiglie, è stato confermato anche per il 2019. I bambini nati da gennaio a dicembre potranno usufruire di 80 euro al mese per un anno. La grande novità rispetto al passato è proprio la durata: l’assegno non sarà più elargito per i primi tre anni del bambino, come accaduto ai nati del 2015-2016-2017, ma solo per dodici mesi. Ma come si fa la domanda per il bonus bebè 2019? A chi spettano gli 80 euro? Quali sono i requisiti da possedere per ottenere tale bonus? Scopriamolo insieme!

Bonus Bebè 2019: requisiti e importo

A chi spetta il bonus di 80 euro? Per richiedere il bonus bebè 2019 bisogna aver avuto un bambino nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019. I genitori naturali o adottivi devono essere cittadini italiani o avere regolare permesso di soggiorno. Indispensabile, poi, la coabitazione con il nuovo nato. Possono fare richiesta sia i genitori sposati sia quelli conviventi, sia quelli occupati sia le mamme disoccupate.

Per poter fare domanda bisogna avere un ISEE relativamente basso. Più precisamente non si devono superare i 25 mila euro annui. A ogni nuovo nato spettano così 80 euro al mese per un anno. Se la famiglia ha un ISEE inferiore a 7 mila euro, il bonus bebè raddoppia a 160 euro.

Novità bonus bebè di quest’anno è l’aumento del 20% per i nuclei che hanno più di un figlio. Se il neonato del 2019 è un secondo o terzo figlio l’assegno aumenta di 96 euro per ISEE da 7 mila euro in su, la somma è invece di 192 euro per reddito inferiore a 7 mila.

Inps Bonus Bebè 2019: come presentare la domanda

La domanda per il bonus bebè va presentata all’Inps entro e non oltre i 90 giorni dalla nascita del bambino. Il tutto avviene telematicamente, sul sito dell’ente che da anni si occupa dell’erogazione del contributo famigliare.

Al modulo del bonus bebè vanno allegati: modello ISEE, documento d’identità, tessera sanitaria, il modello compilato e timbrato dalla propria banca per ricevere l’importo direttamente sul proprio conto corrente bancario.

Per chi ha difficoltà ad inoltrare la richiesta del bonus nascita sono disponibili Caf e patronati nelle varie città. Per tutte gli altri dubbi e curiosità sull’agevolazione per mamme e figli si può consultare il call center dell’Inps al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile.

Bonus Bebè 2019: quando arrivano i pagamenti

Il primo assegno del bonus Inps arriva un mese dopo la compilazione della domanda. Se quest’ultima è stata presentata nei termini di legge (ovvero entro i 90 giorni), il primo pagamento comprende l’importo delle mensilità maturate fino a quel momento.

Il pagamento Inps avviene tramite bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN intestati al richiedente.

La procedura si può attivare pure tre mesi dopo il parto ma vengono perse le prime mensilità del bonus bebè 2019.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.