Categorie Coppia

Le dieci cose che le donne non capiranno mai degli uomini

Non capisci gli atteggiamenti del tuo ragazzo? Tranquilla, sei in buona compagnia. Ecco qui spiegate alcune cose che per gli uomini sono normali, mentre per le donne proprio no

Per gli uomini molto spesso le donne sono un vero e proprio mistero, ma è vero anche il contrario. Ci sono degli atteggiamenti e comportamenti che tutti gli uomini hanno in comune e, nessuna donna capirà mai.

Perché stravedono per i videogiochi? Con i videogiochi, gli uomini, possono vivere in un universo tutto maschile: con la serie GTA possono fermare un auto, stordire il conducente a cazzotti, impossessarsene, usarlo per forzare i posti di blocco di un aeroporto militare e rubare un caccia con cui bombardare il concerto di qualche divo pop. Insomma, loro sono creature semplici, il cui processo di evoluzione si è fermato, su per giù, all’età della pietra, in cui l’uomo conquistava la donna mostrandosi forte e rompendo la testa agli altri pretendenti. Ora, siccome l’ipotesi dell’omicidio di altri ragazzi per la conquista dell’amata non è proprio una buona idea (l’hanno capito persino loro), l’unico modo che hanno per dimostrare la loro superiorità rispetto ad altri maschi è sterminare zombie con in mano un controller, mentre sbraitano turpiloqui mai uditi prima.

Perché non ascoltano quando parliamo? Questa è una delle domande che l’universo femminile si pone fin dall’alba dei tempi: in effetti Penelope l’aveva detto ad Ulisse di non partire, ma lui, ignaro dell’errore che stava per compiere, probabilmente pensava alla formazione del Fantacalcio invece di ascoltarla, e poi come è andata lo sappiamo tutti. Probabilmente il loro udito ha una specie di filtro che si attiva quando una donna parla, e trasforma la sua voce in una serie di tu-tu-tu.

Perché non programmano il futuro? Per loro il futuro è la cena di stasera: ora, se il tuo ragazzo ha già pianificato cosa mangiare stasera e anche domani a pranzo, ritieniti fortunata.

Perché non si appassionano alla moda come noi? Per l’uomo il concetto di moda è inesistente: si vestono solo perché se andassero in giro nudi, cosa che farebbero volentieri, verrebbero arrestati per atti osceni in luogo pubblico. Se inizierete a dir loro che esistono diversi tessuti andranno in crisi esistenziale (con annessa attivazione del filtro uditivo del punto precedente). Allo stesso modo, un uomo riconosce solo i colori fondamentali, e se sa quali sono i primari e quali invece i secondari è già ad un buon livello: per lui pesca è un frutto, tortora un uccello e bordeaux un vino, quindi non ti stupire se se gli abbinamenti cromatici non sono il suo forte.

Perché non mostrano le loro emozioni? Il cervello maschile non è programmato per spiegare attraverso frasi di senso compiuto delle emozioni: se deve dire qualcosa di più intimo di “Sono triste” va in tilt. Lui è il cacciatore con la clava dell’età della pietra, ricordi?

Perché fanno e pensano una cosa alla volta? Se lui sta giocando alla PlayStation, è inutile che gli dici che tua madre verrà da voi per il weekend: non ti ascolterà mai. Quindi quando poi, nel weekend, ti dirà che lui non ne sapeva nulla, non starà inventando scuse: non ti ha sentita per davvero.

Perché sono così mammoni? Pare sia un difetto genetico del maschio italiano e, a meno che il tuo fidanzato non provenga da paesi del Nord Europa, in cui il legame con la mamma è molto meno forte, sappi che telefonerà a sua madre almeno una volta al giorno.

Perché passano il tempo libero a fare cose stupide? Semplicemente perché gli piacciono: come a noi piace spettegolare con le amiche, a lui piace urlare contro il televisore per la Champions.

Perché il loro umore è influenzato dal calcio? Se la sua squadra del cuore perde, si chiude in un silenzio meditativo fino a data da destinarsi. Va beh, dai, sii paziente tanto sai che prima o poi gli passerà, ma non provare a consolarlo con frasi che sminuiscano l’importanza del calcio, potresti scatenare una guerra.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *