Alimenti salutari, vero o falso? ecco i 10 errori più comuni

Muesli, frullati di frutta, barrette energetiche, multicereali, fanno davvero bene? Tre nutrizioniste ci svelano la verità sui più comuni alimenti salutari

Mangiare sano non è mai stato tanto complicato: 0 grassi, senza zuccheri, 100% naturale. Tali indicazioni, presenti spesso sulle confezioni dei cibi che acquistiamo, hanno davvero senso dal punto di vista della dieta? o sono forse solo specchietti per le allodole decise dal marketing delle grandi aziende alimentari per attrarre i consumatori che preferiscono alimenti salutari? Infatti, secondo l’Institute of Food Technologists, il 64% dei consumatori viene influenzato dai prodotti dietetici. E nell’ultimo anno 8 adulti su 10 si sono sforzati di mangiare più sano. Ma con così tante opzioni e così poco tempo, è difficile stabilire cosa davvero faccia bene e cosa invece sia solo una moda salutistica.

Pensate ad esempio alle cosiddette barrette energetiche, alle noci ad esempio, o ad altra frutta secca. Sebbene etichettata come “dietetica” l’FDA (Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali), ha in alcuni casi bacchettato le case produttrici in quanto tale etichetta faceva contrasto con la quantità di grassi presenti, a tutti gli effetti, nell’alimento.

Alimenti salutari: le nutrizioniste rispondono

Per chiarire ogni dubbio, la nota rivista Mashable ha intervistato tre nutrizioniste: la consulente di nutrizione olistica Jennifer Schonborn, la dietologa della Compass Nutrition Jennifer Calo, e la dietologa di Nutrition Energy Lauren Thomas. Scopriamo quindi quali non sono per nulla alimenti salutari e come eventualmente sostituirli.

1. Il muesli

Alimenti salutari: Muesli

Per chi non sapesse di cosa si tratti, il muesli è una miscela di cereali e frutta secca solitamente consumata durante la prima colazione, da aggiungere allo yogurt o al latte.

“Le persone pensano al muesli come a qualcosa di salutare per via del grano intero, ma il problema del muesli è che tende a contenere anche molti zuccheri e spesso viene cotto nell’olio o nel burro e in qualche altro grasso” spiega Jennifer Schonborn. Tra grassi e zuccheri, il muesli è un alimento molto calorico. Una normale porzione di muesli di mezza tazza e apporta ad esempio circa 210 calorie. E, come afferma sempre la Schonborn, la maggior parte di noi non si ferma solo a metà tazza.

“L’apporto energetico è una sorta di energia fittizia data dallo zucchero”, aggiunge. “Il modo migliore per assumere una vera e sostanziosa energia è mangiare cibi completamente naturali, senza zuccheri aggiunti e solo in minima parte trasformati”.

2. Frullati e succhi di frutta

Alimenti salutari: frullati e succhi

Una delle più grandi mode alimentari è quella di tritare e frullare la frutta, per gustarla magari fresca in un bel bicchierone con ghiaccio e cannuccia.

“Quando spremi la frutta elimini la fibra, causando un più rapido innalzamento degli zuccheri nel sangue e dei livelli di insulina” afferma Jennifer Calo. “Spremendo più frutti in una volta sola si ricava decisamente troppo zucchero dal fruttosio”. Per la Calo è meglio mangiare un’insalata o una pera o una mela con la buccia, e di incrementare l’assunzione giornaliera di frutta e verdura, alla base di tutte le diete. “Il mio motto è ‘Non bere le tue calorie'”.

3. Gelati con pochi grassi e poche calorie

Alimenti salutari: gelati con poche calorie

Un bel gelato, soprattutto d’estate, è spesso la migliore merenda… se poi ha pochi grassi e poche calorie ancora meglio. La Dott.ssa Calo però sconsiglia i gelati dietetici a causa degli additivi chimici contenuti nella maggorparte di essi. Tra questi, il primo è il Glicole propilenico, dolcificanti artificiali che portano generalmente i consumatori a desiderare sempre più cibi dolci, e questo effetto sostanzialmente annulla l’intero scopo di un dessert ipocalorico.

4. Yogurt alla frutta e ad altri gusti

Alimenti salutari: yogurt alla frutta e ad altri sapori

Uno dei primi alimenti che la Dott.ssa Calo vieta ai suoi clienti è lo yogurt alla frutta e ad altri gusti, comune nella dieta dei bambini. Sono davvero alimenti salutari? beh non proprio, vi è sicuramente un’eccedenza di zuccheri aggiunti. Un singolo vasetto di yogurt greco, biologico e senza grassi contiene circa 17 grammi di zucchero. Per fare un paragone, una singola porzione di gelato alla fragola ne contiene 20 grammi. La Schonborn, a questo punto, consiglia piuttosto di mangiare il gelato che almeno contiene batteri benefici. Invece ritiene che la soluzione ideale è di comprare lo yogurt al naturale, addolcendolo con del miele o con lo sciroppo d’acero, aggiungendoci poi della frutta fresca. In questo modo non aggiungerete mai tanto zucchero quanto ne è presente nelle versioni in vendita già preparate.

5. Pollo al ristorante e nelle catene

Alimenti salutari: il pollo

Quando pensiamo alle proteine salutari spesso ci viene in mente il pollo. Tuttavia, la Dott.ssa Schonborn avvisa chi è solito mangiare al ristorante e nei fast food che i piatti a base di pollo potrebbero essere carichi di calorie e non essere alimenti salutari in quanto per lo più cotti in grandi quantità di burro e olio, oltre al condimento che spesso prevede tanto sale, oltre alle salse.

Preferibile sarebbe quindi cucinare il pollo a casa in quanto cucinato alla piastra è ottima fonte di proteine.

6. Barrette energetiche e snack

Alimenti salutari: barrette energetiche

Per la merenda ma anche, a volte, in sostituzione di un pasto, si finisce a volte col mangiare una barretta energetica. Anche per la fretta di mettere qualcosa sotto i denti, altre volte proprio con la convinzione che esse siano “dietetiche” o che addirittura ci aiutino a dimagrire. Non è tutto vero però. Infatti la Dott.ssa Calo paragona le barrette energetiche a delle barrette di caramelle. “Spesso hanno una copertura di cioccolata o yogurt e contengono una tonnellata di additivi chimici e dolcificanti artificiali”, afferma. “Le barrette al muesli, ad esempio […] spesso contengono circa 20 ingredienti, tra i quali sciroppo di mais, zuccheri, coloranti alimentari e olio di palma”. E non hanno nemmeno minerali e vitamine a sufficienza.
Inutile a dirlo, rispetto ad un pasto di questo tipo sono sicuramente meglio frutta fresca o noci naturali.

7. Acqua vitaminica

Alimenti salutari: acqua e limone

C’è qualcosa nel termine “vitamine” che suona come una cosa positiva, ma la Dott.ssa Calo la pensa diversamente, e la paragona alla soda.

La maggior parte delle varietà di queste bevande contengono generalmente oltre 31 grammi di zuccheri, che sono circa 8 cucchiani da tè di zucchero. Se la buona e cara vecchia acqua normale vi annoia, il consiglio è quello di bere acqua naturale con un po’ di succo di limone per darvi sapore.

8. Burro di arachidi a ridotto contenuto di grassi

Alimenti salutari: burro di arachidi

Il burro di arachidi è ricco di proteine e calorie. L’opzione a grassi ridotti può quindi sembrare una valida alternativa per chi è a dieta o semplicemente vuole mangiare sano. Non è invece una buona idea. Infatti, secondo la Dott.ssa Calo, a queste creme, seppure con grassi ridotti, vengono aggiunti zuccheri come additivi per il sapore e non sono quindi in realtà alimenti salutari.

9. Sciroppo d’agave

Alimenti salutari: sciroppo d'agave

Sappiamo tutte che troppo zucchero fa male. Tuttavia, sostituire lo zucchero classico con un prodotto come il nettare d’agave potrebbe soddisfare la vostra golosità di dolce, ma non è un’ottima idea stando a quanto affermato dalla Dott.ssa Thomas. Questi dolcificanti naturali sarebbero infatti comunque zuccheri, con la stessa quantità di calorie di un comune zucchero o miele (60 calorie per cucchiaio). “Se volete tenere sotto controllo lo zucchero nel vostro sangue o il peso è meglio ridurre ogni tipo di zucchero, anche le alternative naturali”, conclude.

10. Multicereali

Alimenti salutari: pane multicereali

Se 7 cereali sono salutari, 12 cereali devono essere anche meglio, giusto? Non proprio! Infatti, stando a quanto afferma la Dott.ssa Thomas, multicereali significa semplicemente che all’interno della pasta o del pane ci sono due o più cereali. Non ha niente a che vedere con quanto raffinata sia la farina di base utilizzata e, se è quella bianca, significa che è stata privata di quasi tutti i suoi nutrienti.

Cercate piuttosto le farine 100% integrali, dove cioè è stato usato tutto il chicco di grano. Solo con queste farine assumerete il massimo di fibre e nutrienti.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.